PUCCI HA CONTRIBUITO
A CAMBIARE IL BAGNO
DAL 1948

Una bimba che gioca,
la sua pallina cade nel lavabo
e blocca lo scarico dell’acqua...
È il 1948, e da una piccola idea
parte la lunga storia della Pucci.
L’Italia stava uscendo
da tempi difficili ma era ricca
di entusiasmo e di energia.
In quella fase le idee nuove
attecchivano nella tradizione
dei mestieri. Fu così che nacque
la prima cassetta per WC a incasso,
“una Pucci”.
Dorino Marabese, il fondatore
capace di trasformare nuove
esigenze in prodotti vincenti,
ebbe un’intuizione: usare
una pallina per regolare
lo scarico d’acqua della cassetta.
La prima incasso fu la prima,
grande innovazione Pucci,
una cassetta in rame che era nuo-
va nel materiale e nel meccanismo

di funzionamento.
Ancora oggi Pucci propone
la versione rinnovata di quella
cassetta fondamentale,
oltre a tutti gli altri prodotti
innovativi che caratterizzano
l’azienda e ai ricambi originali,
sempre disponibili per tutti
i prodotti.

I tempi cambiano, e Pucci cambia
il bagno. L’uomo si adatta
al mutamento ed è protagonista
delle abitudini e deiprodotti che
si evolvono. Chi avrebbe detto che
avremmo azionato i nostri dispo-
sitivi quotidiani con un semplice
“tocco”? Pucci promuove
la sostenibilità,
come confermato dal
che premia Eco Matic.

In questi tempi nei quali
il contatto umano è diventato
problematico, come anche
la condivisione di alcuni luoghi
e dispositivi, l’innovazione
Made in Pucci fa un altro passo
avanti sulla strada di una cassetta
ancora più intelligente: Sara Tronic
dotata di app
e programmabile
tramite smartphone.

Una storia tutta italiana